top of page

Libri per infanzia

Gli occhiali da sogno

Come sarebbe avere degli occhiali, con cui vedere i progetti e i desideri che le persone hanno paura di dire ad alta voce?

Fotografia della copertina del libro "Gli occhiali da sogno"

Autrici: Eliana Cocca, Caterina Manganelli

Casa Editrice: Edizioni Sonda

Questo libro è consigliato dai 7 anni in su ma io l’ho letto comunque “a pezzettoni” con il mio bambino di 3 anni, tentar non nuoce.


Emma, una bambina di 8 anni, trova degli strani occhiali a casa dalla nonna. 


Presto si accorge che con questi occhiali si vedono i sogni delle persone


Ad esempio, il veterinario in realtà vestirebbe da donna e avrebbe i capelli lunghi, la sarta vorrebbe fare la pasticcera e la pasticcera la sarta, il cassiere del supermercato il ballerino.


Soltanto il papà di Emma resta uguale perché “solo le persone davvero felici non cambiano nemmeno con le lenti da sogno”.


Il papà di Emma è un pittore affermato, che ama stare a casa a cucinare e passare del tempo con i figli aiutandoli con i compiti.


Mi piace che la protagonista desideri fare l’astronauta e che suo fratello abbia la passione per lo stile nel vestirsi.


Già solo con la descrizione di questi personaggi si sradicano alcune associazioni stereotipate.


Ad un certo punto Emma dice a dei compagni di scuola: 


“Non ci sono cose da femmina o da maschi, non ve l’hanno insegnato?”

Questa parte io la censuro perché a mio figlio questa idea non è ancora arrivata, lui assorbe e ripete un sacco quello che sente nei libri… quindi non me la rischio.


Credo però che sia una scena perfetta per affrontare il discorso con i bambini che già hanno interiorizzato questa idea così sbagliata e ingiusta. 


Credere che ci sono cose da maschi e cose da femmina è l’inizio della fine: è la premessa di una vita vissuta in base al proprio genere anziché ai talenti o ai reali interessi.


La nonna dice che gli occhiali da sogno insegnano a essere più gentili con gli altri. 


Gli occhiali da sogno ti fanno capire che inseguire i sogni non è sempre facile perché…


“La vita ti mette davanti a degli ostacoli e i giudizi degli altri possono scoraggiarti”

Mi piace un sacco perché ricalca il mio mantra: le persone sono degli iceberg


Dobbiamo sempre partire dal rispetto e dalla gentilezza, perché non sappiamo mai cosa si nasconde sotto la superficie di una persona.


Se vuoi aggiornarti riguardo alle storie per l’infanzia a cui sto lavorando... iscriviti alla mia Newsletter!

bottom of page