Libri per infanzia

Inverno, Primavera, Estate, Autunno, Notte

Un libro senza testo ma che ha molto da insegnare riguardo a stereotipi e pregiudizi.

Fotografia della copertina del libro "Inverno, Primavera, Estate, Autunno, Notte"

Autrice: Rotraut Susanne Berner

Casa editrice: Topipittori

Ma facciamo un passo indietro, i libri delle stagioni di Rotraut Susanne Berner sono meravigliosi.

Se ancora non li conosci devi rimediare immediatamente!

Noi li abbiamo guardati per più di un anno, tutte le sere, senza stufarci grazie alla miriade di dettagli presenti in ogni pagina.

Ogni libro è dedicato ad una stagione e ogni pagina è dedicata ad un momento della giornata. Quindi il tempo scorre tra una pagina e l’altra ma anche tra un libro e l’altro.

La città è sempre la stessa, ma cambia: la natura per il ciclo delle stagioni, il cantiere con il nuovo asilo in costruzione, l’arredamento di un appartamento.

I personaggi vengono presentati con una micro frase sul retro del libro e quindi di tanti personaggi si conoscono i nomi e si possono seguire le loro storie.

Un libro senza parole che aiuta a sradicare stereotipi e pregiudizi? Assolutamente sì e lo fa principalmente in due modi:

  1. Spinge chi legge a fare delle ipotesi sulle persone: incredibile quanto la mente si ampli con questo semplice esercizio. Ricordo una scena alla stazione in cui una persona alza un dito vicino al viso di un’altra persona. Mio figlio mi chiedeva “Cosa dice?” e io giù di ipotesi incalzata dagli “oppure” di mio figlio. Per forza devi allargare la mente: iniziavo dicendo che magari quella persona stava rimproverando l’altra e finivo dicendo che invece magari stava mostrando una coccinella sulla punta del suo dito.

  2. In maniera più diretta, presentando personaggi con ruoli o mestieri non stereotipati: donne che lavorano nei cantieri o pilotano elicotteri, uomini addetti alle pulizie, papà che accompagnano i loro figli a scuola, papà che apparentemente vivono soli con la figlia, …

Chiaramente sono rappresentati anche ruoli e figure che ricalcano lo stereotipo corrente, ma questo è proprio il bello: ognuno con le sue unicità convive pacificamente all’interno di questa città fantastica.

Se non l’avevi ancora capito: fortemente consigliato!


 

Persona dalla aspetto stereotipicamente femminile che pilota un elicottero


 


Persona dall'aspetto stereotipicamente maschile che svolge un lavoro di pulizia

Se vuoi aggiornarti riguardo alle storie per l’infanzia a cui sto lavorando... iscriviti alla mia Newsletter!